Pubblicità

Da premettere in Italia c’e una grande varietà di tipi di pane, ogni regione, paese hanno la loro specialità. Oggi voglio condividere con voi la mia ricetta del pane cafone. Il pane che ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti, ogni volta che lo creo mi da sempre più emozioni, d’altronde sono campano e sono nato con questo pane. Ecco il mio pane cafone.
Il tuo ricordo inebria dentro di me, è come il calcare nella roccia mai nessuno potrà scalfire. Francesco Capasso
Ricetta:

600g farina 00, 200g semola, 570ml acqua, 100ml olio,1,5 lievito dis., 4g di zucchero, 20g di sale lievitazione 18+6

Precedimento:

Pubblicità

Uniamo la farina la semola il lievito lo zucchero e il sale e mischiano il tutto, aggiungiamo l’acqua e l’olio e impastiamo per circa 15 minuti energicamente.. Avremo un impasto molto idratato lo mettiamo a riposo per un’ora coperto. Prendiamo l’impasto lo mettiamo sul banco con un po’ di farina ci ungiamo un po’ le mani di olio stendiamo l’impasto pieghiamo a mo di portafoglio creiamo una massa omogenea, e lo riponiamo nel frigorifero nella parte bassa per 17 ore.Dopo 17 ore Prendiamo l’impasto infariniamo il nostro banco di lavoro e incominciamo a creare le pieghe. Stendiamo l’impasto e pieghiamo a portafoglio tenendo la parte da lievitare verso la superficie, lo facciamo riposare per circa un’ora coperto a temperatura ambiente Riprendiamo l’impasto e facciamo una nuova piegatura stendiamo l’impasto e creiamo delle pieghe a mo’ di portafoglio e pirliamo l’impasto. Le pieghe servono per incamerare più aria possibile per una lievitazione ottimale, la pirlatura serve per dare una forma omogenea per una lievitazione compatta. Riprendiamo l’impasto e teniamo per un’ora A temperatura ambiente sempre coperto. Riprendiamo l’impasto e formiamo il nostro pane dando delle forme a nostro piacimento. Riponiamo l’impasto ottenuto su una teglia da forno spolveriamo con della farina e copriamo, facciamo riposare per circa 3 ore. Accendiamo il forno statico(MAI VENTILATO) a 230 ° tenendo un pentolino d’acqua sul fondo. Prima di infornare facciamo delle incisioni con delle lame oppure coltello spolveriamo con della farina informiamo, i primi 15 minuti a 230 °, poi dopo togliamo il pentolino dell’acqua abbassiamo la temperatura a 200 gradi e continuiamo per 15 minuti. Sforniamo il nostro pane , aspettiamo che si raffreddi e condividete con i vostri commensali. Grazie per aver condiviso con me questa emozione vi aspetto su Arte&Cucina

Visitato 483 volte, 1 visite oggi